Ecco come il prezzo di Eth2, DeFi e Bitcoin influenzerà i futures CME di Ethereum

Gli investitori sono preoccupati per il fatto che il lancio di futures CME ETH di questa settimana sarà una ripetizione del lancio CME 2017 di Bitcoin, ma i dati suggeriscono il contrario.

Il pessimo lancio dei futures su Bitcoin Revolution del dicembre 2017 è stato rapidamente inferiore alle aspettative degli investitori e anche se il mercato CME BTC ha superato i $ 2,5 miliardi di interesse aperto, il lancio iniziale ha rafforzato la narrativa che il lancio dei futures CME ETH di questa settimana sarà ugualmente ribassista a breve termine.

Prima del lancio dei futures BTC CME, Bitcoin aveva già guadagnato il 1.900% per l’anno, un rally che alcuni analisti sostengono sia stato spinto dall’aspettativa di futures regolamentati

Ora che i futures CME ETH sono stati lanciati, gli investitori stanno guardando attentamente per vedere se Ether ( ETH ) dovrà affrontare una situazione simile in quanto ha già guadagnato il 600% nell’ultimo anno.

Ad oggi, non c’è modo di stimare come sarebbe andata Bitcoin senza l’esistenza dei futures CME e CBOE. Tuttavia, i trader tendono ancora a collegare il lancio del CME al crollo del 70% del prezzo BTC che si è verificato nei primi 3 mesi successivi al lancio.

Analizzare un assortimento di materie prime e lanci di contratti FX negli ultimi due decenni potrebbe fornire una prospettiva migliore sulla questione, quindi esamineremo i dati dall’indice storico delle prime date di negoziazione del CME per vedere se c’è un trend di prezzo distinguibile che si verifica dopo le quotazioni CME.

Olio di palma crudo

Quando i futures sull’olio di palma greggio sono stati lanciati al CME nel maggio 2010, non hanno influenzato il suo continuo recupero dei prezzi come indicano i dati sopra. Contratti simili esistevano già da quasi un decennio al NYMEX, quindi l’evento di cui sopra potrebbe aver avuto minore importanza poiché entrambi gli scambi gestiscono clienti istituzionali.

Diversi fattori potrebbero aver causato un aumento dei prezzi dell’olio di palma dopo il lancio del CME, inclusa la performance positiva del 23% del petrolio WTI nei prossimi cinque mesi.

La Corea del Sud ha vinto

Su un tono simile, i futures sui won sudcoreani quotati nel settembre 2006 e in questo caso il lancio sembrava avere un impatto immediato sul prezzo.

Nonostante non avesse un contratto futures, i Non-Deliverable Forward (NDF) per il won sudcoreano esistevano già prima della quotazione CME. Questi contratti NDF sono generalmente negoziati over-the-counter (OTC) e raramente sono trasferibili tra investitori. Ciò significa che il contratto futures quotato aveva un numero più ampio di istituzioni che potevano partecipare.

Ancora una volta, è impossibile stimare se il lancio di questo contratto futures abbia avuto un impatto immediato sul prezzo. È possibile che la svalutazione del won sudcoreano abbia seguito la tendenza delle economie emergenti o asiatiche. Pertanto, fissare questo movimento al lancio dei futures CME sembra una forzatura.